a magenta si è parlato di agenda digitale e fiscalità locale

a magenta si è parlato di agenda digitale e fiscalità locale

Il 6 aprile a Magenta, Anutel ha tenuto un incontro formativo sull'impatto della legge di stabilità 2016 sulla fiscalità locale.
Presenti amministratori e addetti ai lavori di Comuni lombardi e piemontesi, l'evento si è concluso con una tavola rotonda sull'Agenda Digitale e l'impatto che essa ha nell'organizzazione comunale, moderata dal Dr. Sandro Neri - vicedirettore de Il Giorno - a cui hanno partecipato il sindaco del Comune di Magenta Dr. Marco Invernizzi, il presidente di ANUTEL Dr. Francesco Tuccio, l'amministratore unico di a.p.systems Dr. Renzo Bassetto, il direttore di global idea Dr. Giuseppe Maserati.

E' stato un bel momento di confronto anche con i partecipanti dal quale sono emerse numerose considerazioni che si possono così riassumere...

Come la stessa norma commenta, tutte le amministrazioni comunali dispongono di idonei mezzi informatici per formare gli originali dei propri documenti in modalità digitale; in linea di massima quindi le PA non producono più originali cartacei ma originali digitali. Questo accade anche negli uffici tributi, in quanto dovrebbero essere organizzati per garantire ai contribuenti il diritto all’uso delle tecnologie nei rapporti con esso, come ad esempio

  • sottoporre istanze direttamente via web (le c.d. istanze on-line il cui obbligo di attivazione nasce dal D.L. 90/2014 conv.con mod. da L. 114/2014, si pensi alle denunce TARI, IMU ecc. di inizio o di variazione o di cessazione)

  • ricevere da esso documenti informatici attraverso canali telematici di contatto diretto (come mail, PEC) oppure indiretto (come il download da ambiente riservato del sito istituzionale)

  • essere informati sulle scadenze anche con canali social

  • effettuare pagamenti verso la PA in forma elettronica

D’altro canto, l’ufficio tributi, come del resto tutto il Comune a cui fa capo, rientra nell’obbligo di produrre documenti informatici e non più cartacei (come ad esempio l’avviso di pagamento TARI) derivante esso stesso dalla norma.

Quindi, da una parte, l’ufficio tributi è chiamato ad organizzarsi per lavorare “in digitale” (c.d. procedimenti digitali) e produrre documenti originali informatici; da qui deriva una revisione della propria organizzazione interna affinchè questi documenti informatici siano tutelati alla stregua di quelli cartacei ricorrendo alla conservazione digitale a norma.  Dall’altra, l’ufficio tributi deve adoperarsi affinchè il contribuente possa avvalersi della tecnologia per ottemperare ai propri obblighi, quindi:

  • attivare un sistema per consentire i pagamenti elettronici, attraverso varie forme di accesso (web, home-banking, sportelli ATM, supermercati, tabaccai, lottomatica e così via): in questo, può contare sul sistema pagoPA® allestito da Agenzia per l’Italia Digitale;

  • attivare o arricchire l’area riservata al contribuente del sito istituzionale affinchè possa controllare la propria posizione contributiva, presentare istanze e, eventualmente, regolarizzare il pagamento dovuto.

E tutto questo vale anche per tutti gli altri uffici del Comune.

Al termine dei lavori, è stata tagliata anche una grande torta per festeggiare i 30 ANNI di attività di a.p.systems con l'amministratore unico, Dr. Renzo Bassetto, ed il direttore tecnico, Ing. Carola Bassetto.